GFA logo orizzontale bianco

vacanze con cooking school

LOCANDA ANTICHE MACINE
SANTARCANGELO DI ROMAGNA – RN
Valmarecchia – Emilia Romagna

Italy_map_emiliaromagna_ombra

SOGGIORNO 3 NOTTI con cooking school

Da Giovedì a Domenica
dal 12 al 30 novembre
dal 10 al 16 dicembre
dal 7 al 13 gennaio
dal 1 al 10 e dal 18 al 28 febbraio
dal 11 al 24 marzo
dal 1 al 14 aprile
dal 13 al 19 maggio

Incluso:

  • Pernottamento per 3 notti
    in camera matrimoniale
  • Prima colazione
  • 1 cena a persona con
    antipasto, primo, secondo con contorno, dolce, 1/2 acqua e 1/4 vino
  • 1 lezione di cucina a persona

€ 430 a coppia

SOGGIORNO 4 NOTTI
con cooking school

Da Domenica a Giovedì
dal 12 al 30 novembre
dal 10 al 16 dicembre
dal 7 al 13 gennaio
dal 1 al 10 e dal 18 al 28 febbraio
dal 11 al 24 marzo
dal 1 al 14 aprile
dal 13 al 19 maggio

Incluso:

  • Pernottamento per 4 notti
    in camera matrimoniale
  • Prima colazione
  • 2 cene a persona con
    antipasto, primo, secondo con contorno, dolce, 1/2 acqua e 1/4 vino
  • 2 lezioni di cucina a persona

€ 660 a coppia

  • Culla 0/3 anni gratuita
  • 3° e 4° letto dai 4 anni ai 14 anni €50 a soggiorno 3 notti
  • 3° e 4° letto dai 4 anni ai 14 anni €75 a soggiorno 4 notti
  • Mountain bikes a noleggio
  • Wi Fi gratuito
  • Campo da calcetto e tennis
  • Maneggio
  • Animali ammessi

SOGGIORNO 3 NOTTI con cooking school

Da Giovedì a Domenica
dal 18/10 al 21/10;
Novembre
dal 5/12 al 9/12


Incluso:

  • Pernottamento per 3 notti
    in camera matrimoniale
  • Prima colazione
  • 1 cena a persona con
    antipasto, primo, secondo con contorno, dolce, 1/2 acqua e 1/4 vino
  • 1 lezione di cucina a persona

€ 690 a coppia

€ 590 a coppia

SOGGIORNO 4 NOTTI
con cooking school

Da Lunedì a Venerdì
dal 4/06 al 8/06; dal 24/09 al 28/09
dal 15/10 al 19/10;

Da Domenica a Giovedì
Novembre, dal 1/12 al 15/12

Incluso:

  • Pernottamento per 4 notti
    in camera matrimoniale
  • Prima colazione
  • 2 cene a persona con
    antipasto, primo, secondo con contorno, dolce, 1/2 acqua e 1/4 vino
  • 2 lezioni di cucina a persona

€ 790 a coppia

€ 740 a coppia

  • Culla 0/3 anni gratuita
  • 3° e 4° letto dai 4 anni ai 14 anni €50 a soggiorno 3 notti
  • 3° e 4° letto dai 4 anni ai 14 anni €75 a soggiorno 4 notti
  • Mountain bikes a noleggio
  • Wi Fi gratuito
  • Campo da calcetto e tennis
  • Maneggio
  • Animali ammessi

Location:  L’agriturismo La Locanda Antiche Macine si trova a Montalbano, piccolo paese situato tra la cittadina di Santarcangelo di Romagna e Savignano sul Rubicone, a soli 15 minuti di automobile da Rimini e Cesenatico. Sono facilmente raggiungibili anche le principali località turistiche della Romagna come Ravenna, Riccione e Milano Marittima a 30 Km circa.

Il Resort La Locanda Antiche Macine è un Agriturismo elegante, arredato con gusto e immerso in un angolo di Romagna dai sapori e profumi d’altri tempi.
Vi troverete immersi in un’atmosfera piacevole e familiare come solo i Romagnoli sanno offrire.

Ricavato da una vecchia dimora padronale con frantoio del ‘600 dalle cui macine, ancora visibili, prende il nome, la struttura ha mantenuto intatta quella fascinosa atmosfera da residenza di campagna.

Per coccolarti sin dal risveglio una colazione sia dolce che salata, tipicamente romagnola con soli prodotti Locali e di Qualità: le confetture e le torte sono ‘fatte in casa’ genuine e gustose, ciambella romagnola, crostate con la nostra confettura, piadina e salumi selezionati, cereali, yogurt, frutta, pane fatto in casa e ogni giorno tante varianti !

Camere: Legno, cotto fatto a mano, ferro battuto, e altri materiali naturali sono abbinati con gusto e armonia in camere di un calore e fascino d’altri tempi… Eleganza senza sfarzo è l’elemento caratterizzante tutti gli spazi della Locanda!

Camere Classic: curate nei minimi particolari, dotate di ampio letto matrimoniale sono ideali per ospitare una o due persone in ambiente intimo ed elegante tipico di tutta la nostra struttura.

Tutte le stanze dispongono di: Connessione Wi-Fi ADSL e servizio fax gratuito, Impianto di condizionamento/riscaldamento autonomo, Frigo bar, TV LCD con canali satellitari e digitale terrestre, Bagno con box doccia ed asciugacapelli, Telefono con linea esterna (a pagamento), Quotidiano preferito tutte le mattine (su richiesta).

Ristorante Un caratteristico ed elegante ristorante con veranda sul giardino vi aspetta alle Antiche Macine. Romantiche cene a bordo piscina a lume di candela, barbecue e piacevoli pranzi nel verde giardino illuminano l’estate alle Antiche Macine!

Aperti tutte le sere dalle 19.30 alle 22.00
Aperti a pranzo sabato, domenica e festivi dalle 12.30 alle 14.00

La Cucina I sapori tipici della cucina romagnola, con pasta fatta in casa, piadina, carne alla brace e squisiti contorni sono di casa alle Antiche Macine. Il tutto accompagnato con l’autentico Sangiovese di Romagna.

Qui potrete trovare la tradizionale cucina romagnola abbinata a piatti del territorio rielaborati, valorizzandone tradizioni, tipicità e ricercatezza.

Passione, curiosità, una robusta cultura gastronomica e tanta voglia di fare sono la base della nostra cucina.

Il nostro Chef insieme ai suoi collaboratori avranno il piacere di deliziarvi con gustose ricette opportunamente elaborate in base alla stagione e alla disponibilità di prodotti freschi.

Alla Locanda potrete inoltre trovare pasta fresca e piadina fatte in casa, entrambe tirate al matterello riscoprendo la vecchia tradizione romagnola.

Le materie prime, in buonissima parte provenienti dalla nostra Società Agricola, come frutta e verdura, carni e vino sono di assoluta qualità, genuinità e freschezza. I nostri chef amano deliziare i clienti preparando personalmente sane confetture, saporite mostarde, genuini sott’oli, sottaceti, passata di pomodoro, nocino, cedrina e non per ultimi i gustosi succhi di frutta per le piccole colazioni con crostate, ciambelle e piccola pasticceria esclusivamente fatti in casa.

La Cantina La Locanda offre un’ampia e valida carta dei vini, dove sono ampiamente rappresentate le etichette della regione, con particolare attenzione a vitigni autoctoni quali Albana, Pagadebit e Rebola e al vino per eccellenza della Romagna: Il SANGIOVESE.
La storia narra che in una delle colline tra Montalbano e Santarcangelo di Romagna, alcuni frati producessero  un vino offerto ai viandanti con il nome di Sanguis Iovis … ovvero il Sangiovese di Romagna.

Assieme ai Rossi in cantina troverete dalle BOLLICINE che aprono la serata, agli AMABILI e PASSITI che vanno ad accompagnare i dessert e a concludere il pranzo o la cena.
Il nostro appassionato Marco Semprini saprà consigliarvi sull’abbinamento ideale di cibi e pietanze, sapore e gusto … per un’indimenticabile degustazione …

Guarda il video della Locanda Antiche Macine

Cooking School  Il nostro Chef propone corsi di cucina amatoriale aperti a tutti. Durante queste lezioni, non solo si cucinerà in maniera guidata con i nostri esperti, ma si potranno apprendere segreti e tecniche di cucina creativa, degustando ottimo vino Sangiovese creato dalle nostre uve. Tutto ciò che si è cucinato verrà poi consumato insieme a tutti i partecipanti. Un’ottima scusa per fare nuove conoscenze ed imparare divertendosi.

Guarda la video-ricetta

#
TURISMO EQUESTRE
Escursioni a cavallo nell’entroterra Romagnolo percorrendo i fiumi, i torrenti e i sentieri di campagna.

Grazie alla collaborazione con la Scuderia “IL BIVACCO” gli ospiti avranno la possibilità di trascorrere giornate indimenticabili a cavallo attraverso boschi e distese verdi o ai margini del fiume.

Esperti istruttori vi seguiranno nell’avventura. Le attività comprendono escursioni a cavallo nell’entroterra Romagnolo percorrendo i fiumi, i torrenti e i sentieri presenti nella zona. Si praticano corsi di monta inglese e americana e per i più piccoli il pony club, il tutto gestito dagli istruttori.
#
CICLOTURISMO

La locanda si trova sul tracciato della famosa cicloturistica “La Nove Colli” ed è un punto di partenza ideale per allenamenti su strada nei variegati tracciati dell’entroterra Romagnolo e della Val Marecchia, dove era solito allenarsi il campionissimo Marco Pantani. La costa, le valli, le morbide colline e le asperità delle montagne della Romagna sono percorsi battuti da migliaia di ciclisti. Salite per tutte le gambe a poca distanza dalla Locanda, anche in mountain bike con tanti percorsi off-road di diversa difficoltà, su strade bianche e sentieri di campagna!

La locanda mette a disposizione degli ospiti spazi riservati per la custodia delle biciclette, sono inoltre disponibili mountain bikes per piacevoli passeggiate.

#
TENNIS & CALCETTO

Nel Resort sorge da pochissimo uno splendido campo sportivo polivalente ideale per calcetto e tennis con illuminazione per partite in notturna. Una location esclusiva, uno dei contesti più insoliti in cui concedersi ore spensierate di sport!

Il campo sportivo, immerso nel verde della locanda e con un panorama mozzafiato verso le colline di Longiano e le coste di Cesenatico, vi permetterà di trascorrere ore spensierate all’insegna dell’attività sportiva e del benessere fisico.

Su prenotazione un maestro di tennis è a disposizione per lezioni personalizzate nello splendida cornice collinare dello Sport Arena Antiche Macine.

Gaia Food Academy trucchi e recensioni
La vacanza in Emilia Romagna è sempre allegra, come i suoi abitanti… Gli emiliani e i romagnoli sono un popolo vivace, sempre sorridenti spesso con la faccia rubizza tipica della vita sana, alla mano e mai snob, ti fanno sentire coccolato in hotel 4 stelle come nell’agriturismo, sono persone buone che ancora tengono ai valori della vita, che ti garantiscono vacanze speciali come loro, che hanno ancora un’anima e ti fanno ricordare che anche tu ne hai una.

L’Emilia Romagna è una delle regioni più variegate: troviamo chilometri di spiaggia bianca con un mare bistrattato nelle leggende metropolitane, ma ormai sempre più meritevole, discoteche e locali per chi ama vivere di notte, il lungomare dove single di ogni età tutti vestiti bene “fanno le vasche”, i “bagni” con simil ristoranti con i tavoli di legno unti che se ci appoggi i gomiti rimani attaccato tutto il giorno, ma lì va bene … non è appiccicoso, è tipico e ben si adatta alle piadine con rucola e squacquerone e agli incredibili spaghetti con le vongole… ne vale la pena.

Il profumo di carne alla brace ti fa sentire a casa mentre sorseggi un buon vino rosso ammirando San Marino che si erge sul Monte Titano; qui puoi anche trattarti bene e prenderti cura di te a Salsomaggiore, il tempio del benessere termale dove il tempo si ferma e ti puoi ricaricare di energia nuova… ma dopo le terme cosa ti fa sentire meglio di un po’ di shopping? Approfittane! Il Fidenza Village è uno dei migliori outlet di lusso, un vero villaggio dello shopping all’aria aperta con boutique esclusive.

Per gli appassionati non mancano suggestivi borghi e castelli Medievali. Se ne volete uno stregato il castello di Montebello, visitabile anche all’interno, è legato alla leggenda di Azzurrina, tramandata oralmente e quindi sicuramente oggi lontana dall’originale: si narra che Azzurrina fosse una bambina albina, nel trecento la superstizione popolare collegava l’albinismo con la stregoneria; per proteggerla suo padre la faceva sempre scortare da 2 guardie e non la faceva mai uscire di casa; il 21 giugno 1375 Azzurrina giocava all’interno del castello con una palla di stracci, per inseguirla cadde nella ghiacciaia sotterranea, la bambina non fu mai più ritrovata e il suo fantasma è tutt’ora intrappolato nel castello; da allora ogni 5 anni al solstizio d’estate torna a farsi sentire… brrrrrrr

Nei dintorni

Ingresso Blu: Squali, Pinguini, Trigoni e Meduse sono solo alcuni dei tanti protagonisti di questo entusiasmante percorso. L’ingresso blu è un’immersione nella storia e nell’ evoluzione biologica del pianeta: alcune vasche ospitano specie ancora oggi sopravvissute dopo milioni di anni, come i grandi squali considerati fossili viventi. E’ un viaggio intorno al mondo ma sotto la superficie dell’acqua!

Ingresso Giallo: Tenera e giocherellona, la lontra dalle piccole unghie orientali, Aonyx cinerea, è la più piccola lontra del mondo! Queste lontre dalle piccole unghie orientali si distinguono soprattutto per le loro zampe anteriori che utilizzano per nutrirsi di molluschi, granchi e di altri piccoli animali acquatici.

Ingresso verde: I serpenti vivono a stretto contatto con il suolo, staccandosene solo quando nuotano. Grazie a questa posizione percepiscono le vibrazioni sonore e seguono le tracce odorose. Lo stile di vita di un serpente lo si può dedurre dalla forma del suo corpo. Gli Ofidi, i serpenti, comprendono quasi 3000 specie diverse, da pochi centimetri ai 10 metri di lunghezza.

 

Ingresso Viola  Le creature più strane del Pianeta, esseri strani e sconosciuti, sono i protagonisti della mostra ‘Abissi terra aliena’ all’ingresso viola dell’Acquario. L’ecosistema marino è il più vasto ambiente della terra. Negli oceani la luce solare penetra soltanto fino a 200 metri. Procedendo verso il basso, la temperatura dell’acqua tende a diminuire. Il mare profondo è un ambiente estremo, abitato da pochi organismi per la maggior parte ancora sconosciuti. Con questa esposizione si cerca di far conoscere le meraviglie e le incredibili forme di vita degli abissi.
Queste specie sono plasmate dalla pressione dal buio assoluto e dal gelo, hanno forme incredibili, sembrano appartenere ad un mondo alieno e immaginario. I protagonisti sono gli esemplari della fauna abissale. Fra questi anche il calamaro gigante di 13 metri. Visita il sito dell’acquario di Cattolica

SAN MARINO

San Marino regala ai suoi visitatori la rara sensazione di stare contemporaneamente in Italia e all’estero. La capitale del minuscolo Stato – Città di San Marino – è perfetta per un weekend o per una gita da un giorno, anche facendo base in hotel sulla vicina costa adriatica. Che siate interessati alla storia, allo sport, alle passeggiate nella natura, che siate fanatici delle architetture medievali o dello shopping (a San Marino molte cose costano meno che in Italia, e ci sono diversi outlet a disposizione…), che viaggiate in coppia o con i bambini, la piccola Repubblica sammarinese non vi deluderà!

La Rocca o Guaita (Prima Torre)
Sullo stemma della Repubblica di San Marino è raffigurato il Monte Titano con le tre rocche che dominano la Città di San Marino. La Prima Torre, la principale, detta anche La Rocca o Guaita, risale all’XI secolo. È visitabile tutti i giorni, ed è fra i monumenti più amati del piccolo Stato sammarinese.

Cesta o Fratta (Seconda Torre) Dalla Prima Torre potrete anche scorgere facilmente le mura merlate della Seconda Torre, detta Cesta o Fratta. La Cesta risale al medioevo, e sorge sulla vetta del Monte Titano, il punto più alto di San Marino (755 metri sul livello del mare). La Cesta ospita anche il Museo delle Armi Antiche di San Marino, un’armeria che accoglie oltre 700 armi di varie epoche: per chi viaggia con i bambini è una buona idea, soprattutto se il tempo non aiuta!

Terza Torre (Montale) A pianta pentagonale, la Terza Torre di San Marino (detta Montale) fu completata nella seconda metà del Quattrocento. Più piccola (infatti compare sulla moneta da 1 centesimo!), la Terza Torre ospitava una prigione (detta Fondo della Torre), e non è al momento visitabile all’interno. Vale comunque la pena di andarci per la vista e per il piacevole sentiero che la raggiunge.

Centro Storico La vostra esplorazione di San Marino non può non partire dal centro storico della Città di San Marino, vero cuore pulsante della Repubblica. Una passeggiata fra le case medievali e i negozi, con improvvise aperture sul paesaggio circostante e la vista che si spinge fino al mare, è obbligatoria per tutti i turisti del piccolo Stato. Molti visitatori non mancano di fare shopping, dato che a San Marino diversi prodotti costano molto meno. Approfittatene!

Basilica di San Marino L’edificio attuale risale all’Ottocento, ma questa sede ospitava una piccola chiesa dedicata al santo già nel VI secolo. Secondo la leggenda San Marino era uno scalpellino proveniente dalla Dalmazia, che si rifugiò in un grotta sul Monte Titano per sfuggire alle persecuzioni dei romani. Avrebbe pronunciato, prima di morire, il celebre motto “Relinquo vos liberos ab utroque homine”, ovvero: “vi lascio liberi da entrambi gli uomini”, cioè il Papa e l’Imperatore, dando vita all’indipendenza del piccolo Stato.

Monte Titano e Funivia Il Monte Titano e il centro storico di San Marino sono entrati a far parte del patrimonio UNESCO nel 2008: non c’è modo migliore di scoprire la rupe sammarinese se non con una bella passeggiata. I più allenati potranno percorrere ad anello la parte superiore del monte, seguendo un percorso di circa 4 chilometri e raggiungendo le torri e altri punti panoramici; chi non vuole camminare adorerà un viaggio sulla funivia che raggiunge la parte alta del monte: la vista è spettacolare.

Museo delle Curiosità Lungo la Salita alla Rocca si trova il Museo delle Curiosità, senza dubbio il museo più strano di San Marino (e uno dei più strani che vi capiterà di visitare). In pieno stile Guinness dei Primati, si può scoprire la storia dell’uomo più grasso del mondo, della donna più bassa (appena 59 centimetri!) e osservare alcuni bizzarri oggetti: una trappola per pulci del XIX secolo, un orologio a naso (sapreste dire l’ora annusando?), una doccia del XVII secolo, dei copriunghie cinesi in argento…

Ravenna è uno scrigno d’arte, di storia e di cultura di prim’ordine, è una città di origini antiche con un passato glorioso. A partire dagli inizi del V secolo d.C. fu designata per ben tre volte capitale: nelle ultime fasi dell’Impero Romano d’Occidente (402-403), durante il regno dei Goti sotto Teoderico (493-526) e infine, sotto il dominio bizantino (553 – 751).
A testimonianza di questo straordinario periodo di grandezza rimangono i preziosi mosaici custoditi nei suoi antichi edifici paleocristiani e bizantini. Otto di questi monumenti sono stati inseriti nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco per il loro valore universale e per l’unicità e la maestria della loro arte musiva: il Mausoleo di Galla Placidia, il Battistero degli Ortodossi, il Battistero degli Ariani, la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, la Cappella di Sant’Andrea, il Mausoleo di Teoderico, la Basilica di San Vitale e la Basilica di Sant’Apollinare in Classe.

Ma Ravenna è anche altro. Il territorio cittadino presenta difatti una notevole varietà di paesaggi, alcuni di estrema bellezza: ampie campagne coltivate con alberi da frutto, valli e canali fiancheggiati da caratteristiche reti da pesca e pinete secolari che si affacciano su spiagge sabbiose e attrezzate. I suoi 30 chilometri di costa accolgono nove località balneari, ognuna con le proprie peculiarità e adatta a ogni tipologia di soggiorno. Grazie a un’efficiente organizzazione di servizi e a una possibilità di scelta quanto mai ampia, le spiagge di Ravenna offrono così la tranquillità di una vacanza personalizzata: sole e relax, giochi, attività sportive e fitness, escursioni e parchi tematici, come Mirabilandia, cui si affianca una variegata e gustosa offerta enogastronomica. Visita il sito della città di Ravenna

CASTELLO DI GRADARA

ROCCA MALATESTIANA Le donne, i cavalieri, l’arme, gli amori, le cortesie, le audaci imprese…
Con queste parole prese in prestito dall’Orlando Furioso ci apprestiamo a visitare la maestosa Rocca di Gradara. La Rocca è uno degli esempi meglio conservati di fortificazione medievale d’Italia. Nata come fortezza militare viene trasformata in maestosa residenza nobiliare dalle potenti famiglie che si susseguirono nella dominazione del territorio: i Malatesta, gli Sforza e i Della Rovere.

Il percorso all’interno del complesso si snoda attraverso una serie di ambienti suggestivi a partire dal Cortile d’Onore, all’interno del quale si affaccia il mastio o torre maestra che ospita la Sala delle Torture, per poi proseguire negli appartamenti del piano nobile con le seguenti sale: Salone di Sigismondo e Isotta, Sala della Passione, Camerino di Lucrezia Borgia, Camera del Cardinale, Sala dei Putti, Sala del Consiglio, Camera di Francesca, Cappella gentilizia, Sala del Corpo di Guardia.

Alla visita degli ambienti militari e residenziali della rocca si affianca la memoria delle vicende dei tanti personaggi storici che vissero tra le sue mura: Giovanni Sforza e l'”avvelenatrice” Lucrezia Borgia, Sigismondo Malatesta e la sua amata Isotta. Ma la fama e la fortuna della Rocca sono soprattutto legate alla leggendaria e tragica storia d’amore tra Paolo e Francesca, gli sfortunati amanti cantati da Dante nel V Canto dell’Inferno, che all’interno delle sue mura consumarono la loro passione e trovarono la morte.

CAMMINAMENTI DI RONDA Le mura cingono il castello in doppio anello proteggendo e rendendo inespugnabile la superba rocca. Sono intervallate da torri quadrate e sono percorse in tutto il loro perimetro da Camminamenti di Ronda necessari per vigilare sul castello e sull’intero territorio.

MUSEO STORICO Il Museo di Gradara contiene documenti ed oggetti che testimoniano i cambiamenti che lasciarono profondi segni nella storia del luogo; particolare attenzione viene posta alla storia ufficiale che vede la Rocca di Gradara, teatro della tragedia e passione di “Paolo e Francesca”.

Visita il sito del Castello di Gradara

Palazzo Milzetti a Faenza è l’esempio più ricco e più integro di quell’elegante civiltà architettonico – decorativa che in età neoclassica fiorì a Faenza, facendone una piccola capitale del gusto.
Al piano terreno si visitano gli ambienti in cui viveva il conte Francesco Milzetti e la biblioteca, di semplice e funzionale eleganza.
Si accede poi al famoso antibagno ovale, uno dei capolavori del noto artista Felice Giani che si ispira alle decorazioni ercolanesi.
La sala da pranzo ha due pareti lunghe movimentate da absidi appena accennate e decorate con motivi quali la foglia di vite e la ghianda.
Si accede al piano nobile per il semplice e solenne scalone, che immette con effetto di calcolata sorpresa nella vasta Sala Ottagonale detta Tempio di Apollo.
Si visita quindi la Sala delle Feste o Galleria di Achille, ambiente dove si trova una sala di compagnia con camino e di seguito è la camera da letto degli sposi, con un suggestivo motivo notturno.
Visita il sito di Palazzo Milzetti

Faenza delle ceramiche, la ceramica a Faenza vanta una tradizione plurisecolare che ancora oggi continua a rivestire una notevole importanza in quanto espressione di artigianato e di industria. La città, per la posizione geografica che ne fa un punto di incontro tra la cultura padana e quella toscana, ha saputo costituirsi come centro ceramico di primaria importanza sin dal Medioevo. La fama di questi prodotti faentini è tale che la maiolica viene conosciuta in tutto il mondo con il nome francese di Faience.

Brisighella Antico borgo duecentesco incastonato nel cuore dell’Appennino tra Firenze e Ravenna, Brisighella si pone come luogo ideale per un soggiorno all’insegna della serenità. Arte, storia e architettura si fondono, infatti, armoniosamente dando vita ad un centro di straordinaria suggestione dove tra strette e caratteristiche viuzze, tratti di cinta muraria e scalinate scolpite nel gesso, il tempo sembra davvero essersi fermato al periodo medievale.
Muovendoci verso il vero e proprio cuore del paese troviamo la famosissima Via del Borgo, una strada sopraelevata e coperta risalente al XII secolo che costituiva probabilmente il più antico baluardo difensivo a protezione del paese. Famosa per la sua particolarissima architettura con i suoi finestroni ad arco che le danno luce, è anche conosciuta come Via degli Asini per l’usanza di far passare per la via le carovane di animali adibiti al trasporto del materiale dalle vicine cave di gesso.
Anche il centro storico è di particolare interesse, caratterizzato da alcuni elementi di grande rilievo.
Ma al di là del suo aspetto architettonico Brisighella si pone anche come luogo ideale per un soggiorno di relax terapeutico, grazie alle acque delle sue terme, o per qualche giorno all’insegna del trekking, immersi nelle bellezze naturali del Parco regionale della Vena del Gesso, uno degli elementi geografici e geologici più caratteristici dell’Appennino Romagnolo. Un piccolo borgo, insomma, che nasconde davvero tante sorprese e che si pone davvero in grado di soddisfare i più variegati gusti

Rimini: area di vacanza per eccellenza, Rimini vanta una lunga tradizione turistica.
Fu infatti nel 1843 che venne inaugurato il primo stabilimento balneare in Italia sulla spiaggia di Rimini.
Da allora, attraverso gli anni, questa vocazione dell’ospitalità si diffuse da Rimini lungo tutta la costa, da Riccione a Cattolica, da Bellaria a Misano.

Rimini ha registrato anche una progressiva valorizzazione turistica del proprio entroterra che per le sue bellezze naturali, le attrattive storiche e le tradizioni artigianali e gastronomiche, offre una valida integrazione della vacanza balneare.
Questa terra, infatti, è ricca di reliquie del passato, memoria di una storia antica che risale all’antica Roma. Città etrusca e celta, colonia di diritto latino dell’anno 268 a.C., municipio imperiale all’epoca di Augusto, Rimini fu dotata di splendidi monumenti.
Più tardi, durante il Rinascimento, fu capitale della Signoria dei Malatesta e conobbe gli splendori di una corte magnifica e la presenza di architetti, pittori e scultori fra i più famosi d’Italia.

L’Arco di Augusto e il Ponte di Tiberio, il Tempio Malatestiano e la Rocca di Sigismondo a Rimini, i numerosi castelli e le antiche chiese sorti sulle colline dell’entroterra, rappresentano un patrimonio artistico e culturale che vale la pena conoscere.
Da non perdere è una visita al Museo della città che custodisce il passato di Rimini e del suo territorio, dalla formazione geologica ai nostri giorni, attraverso millecinquecento opere. A due passi dal Museo, è stata recentemente portata alla luce un’abitazione dall’età romana denominata Domus del chirurgo, una piccola Pompei con i suoi splendidi mosaici ed un eccezionale corredo chirurgico-farmaceutico, considerato il più ricco al mondo giunto dall’antichità.

Cesenatico: Per godere completamente la qualità e la bellezza di questo territorio proponiamo un itinerario attraverso Cesenatico partendo dalla Pineta di Zadina, che si estende per 3,5 ettari a ridosso della spiaggia, dopo il quale incontriamo il grande Parco di Ponente, con un’estensione di 13 ettari quasi completamente alberati.
Proseguendo sul litorale si arriva sino al molo, alla radice del quale si apre la grande Piazza Spose dei Marinai, affacciata sul mare, dove un gruppo di bronzo raffigura una madre che insieme ai bambini guarda l’orizzonte per scorgere la barca del marito.
Girando attorno alla darsena turistica raggiungiamo il Mercato Ittico all’ingrosso, dove al ritorno dalla pesca si intrecciano frenetiche contrattazioni. Siamo ormai nel Centro Storico, che si sviluppa attorno al Porto Canale Leonardesco, cuore della città.
Nel tratto di porto canale più interno, chiuso fra i due ponti, c’è la sezione galleggiante del Museo della Marineria, completato dalla sezione a terra che ha sede in due edifici che si affacciano sullo specchio d’acqua.

Sono qui conservate imbarcazioni da pesca e da trasporto, oltre a oggetti e testimonianze della marineria tradizionale a vela dell’Adriatico; in estate le barche del museo issano le loro caratteristiche vele colorate.
Nell’angolo opposto, oltre il ponte sul canale, è visitabile Casa Moretti, casa natale dello scrittore Marino Moretti, da lui lasciata in eredità al Comune di Cesenatico affinché vi fossero conservati, insieme all’arredo originale e alle numerose stampe, i suoi libri e le carte autografe.
Dietro a Casa Moretti vi è il Teatro Comunale, uno dei più belli della Romagna. Sul lato opposto di levante del porto canale, dietro l’antica Pescheria ancora in uso, si trova la suggestiva Piazzetta delle Conserve, che deve il nome alle particolarissime costruzioni interrate risalenti al secolo XVII, vere e proprie “celle frigorifere” in cui il pesce si poteva conservare per lunghi periodi.
Procedendo verso la spiaggia si arriva ai Giardini al Mare, attrezzati con prati, gazebo, fontane e giochi per bambini. Fra il centro cittadino e la frazione di Valverde si estende per 4 ettari il grande Parco di Levante, dove si trovano anche due laghetti con cigni reali, anatre mandarine, gallinelle d’acqua e numerose varietà di pesci; un parco giochi, un percorso vita, un centro per la ristorazione e l’organizzazione di attività ricreative completano le infrastrutture del parco.

Mirabilandia Come una carica di energia unica Mirabilandia regala emozioni indimenticabili e divertimento puro. Il Parco più grande d’Italia, situato a pochi chilometri da Ravenna, offre un impatto emozionale straordinario, sensazioni irripetibili, ma anche tanto relax in mezzo a una lussureggiante oasi fiorita.

Mirabilandia, la terra delle meraviglie, è un Parco tematico e acquatico nel cuore della Riviera Romagnola. Offre una grande varietà di proposte di livello internazionale, attrazioni da record e spettacoli per tutta la famiglia che rendono il tempo trascorso a Mirabilandia un’esperienza unica per grandi e piccini da zero a 99 anni.

Emozioni che puntano sempre in alto all’insegna del costante rinnovamento. Un mondo magico che non smette mai di stupire.

A Mirabilandia le grandi emozioni passano attraverso grandi primati e brividi mozzafiato che renderanno la vostra giornata indimenticabile. Attrazioni adatte a tutta la famiglia in cui genitori e figli potranno sfidarsi e dove anche i più piccoli vivranno l’emozione di avventure sempre nuove scoprendosi di volta in volta esploratori, pirati, cowboy o personaggi di un mondo antico.

Fra i record, solo per citarne alcuni, Divertical è il water coaster più alto del mondo che permette di sfrecciare sull’acqua a oltre 110 km orari, dopo un tuffo vertiginoso da 60 metri. ISpeed è il roller coaster da primato che regala brividi e sensazioni come quelle provate dai piloti di Formula Uno raggiungendo i 55 metri di altezza con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 2,2 secondi.
Con Katun, invece, si è sospesi nel vuoto a 50 metri di altezza, sorvolando le rovine di una misteriosa città Maya. A questo punto non resta che provare un lancio in verticale fino a 60 metri e la conseguente caduta mozzafiato, giù nel vuoto, a bordo delle Oil Towers. Infine, per ammirare il panorama, si può salire su Eurowheel che con i suoi 90 metri è la più alta ruota panoramica dell’Europa continentale.
Gli appassionati del lontano west non potranno perdersi le mille avventure della Far West Valley, la nuova area tematica inaugurata nel 2016 che offre tante nuove emozioni formato famiglia. E poi ancora intere aree dedicate alla gioia dei più piccoli come la vivace Bimbopoli e la giurassica Dinoland!

A Mirabilandia per passare dall’aria all’acqua il salto è breve, perché nel divertimento ci si può anche tuffare grazie a Mirabeach, il Parco acquatico di Mirabilandia.
Una fantastica atmosfera caraibica fra spiagge cristalline ed acquascivoli capaci di stupire anche i più coraggiosi.

Per questo venticinquesimo anno sono tante anche le novità del palinsesto spettacoli con Show unici, fra esilaranti musical che ripercorrono la storia della musica ed esibizioni acrobatiche che lasceranno senza fiato. Come sempre torna, completamente rinnovato, anche l’attesissimo “Grosso Guaio a Stunt City” in collaborazione con il brand Hot Wheels di Mattel; con i suoi 20 anni di apprezzata attività e con gli oltre 20 milioni di spettatori, è lo stunt show ad alto tasso di adrenalina con il giro della morte più alto del mondo mai eseguito in precedenza in un Parco divertimenti.

Grande novità è inoltre l’emozionante e adrenalinica realtà virtuale di Master Thai VR, il roller coaster a binario doppio che non regalerà solo le emozioni del percorso a inseguimento, ma anche la straordinaria e immersiva esperienza della realtà virtuale. Una straordinaria avventura fra animali selvaggi, templi, trappole e insidie da cui scappare, ambientata nella giungla thailandese. Visita il sito di Mirabilandia

LISTINO

SOGGIORNO 3 NOTTI con cooking school

Da Giovedì a Domenica
dal 12 al 30 novembre
dal 10 al 16 dicembre
dal 7 al 13 gennaio
dal 1 al 10 e dal 18 al 28 febbraio
dal 11 al 24 marzo
dal 1 al 14 aprile
dal 13 al 19 maggio

Incluso:

  • Pernottamento per 3 notti
    in camera matrimoniale
  • Prima colazione
  • 1 cena a persona con
    antipasto, primo, secondo con contorno, dolce, 1/2 acqua e 1/4 vino
  • 1 lezione di cucina a persona

€ 430 a coppia

SOGGIORNO 4 NOTTI
con cooking school

Da Domenica a Giovedì
dal 12 al 30 novembre
dal 10 al 16 dicembre
dal 7 al 13 gennaio
dal 1 al 10 e dal 18 al 28 febbraio
dal 11 al 24 marzo
dal 1 al 14 aprile
dal 13 al 19 maggio

Incluso:

  • Pernottamento per 4 notti
    in camera matrimoniale
  • Prima colazione
  • 2 cene a persona con
    antipasto, primo, secondo con contorno, dolce, 1/2 acqua e 1/4 vino
  • 2 lezioni di cucina a persona

€ 660 a coppia

  • Culla 0/3 anni gratuita
  • 3° e 4° letto dai 4 anni ai 14 anni €50 a soggiorno 3 notti
  • 3° e 4° letto dai 4 anni ai 14 anni €75 a soggiorno 4 notti
  • Mountain bikes a noleggio
  • Wi Fi gratuito
  • Campo da calcetto e tennis
  • Maneggio
  • Animali ammessi

SOGGIORNO 3 NOTTI con cooking school

Da Giovedì a Domenica
dal 18/10 al 21/10;
Novembre
dal 5/12 al 9/12

 

Incluso:

  • Pernottamento per 3 notti
    in camera matrimoniale
  • Prima colazione
  • 1 cena a persona con
    antipasto, primo, secondo con contorno, dolce, 1/2 acqua e 1/4 vino
  • 1 lezione di cucina a persona

€ 690 a coppia

€ 590 a coppia

SOGGIORNO 4 NOTTI
con cooking school

Da Lunedì a Venerdì
dal 4/06 al 8/06; dal 24/09 al 28/09
dal 15/10 al 19/10;

Da Domenica a Giovedì
Novembre, dal 1/12 al 15/12

Incluso:

  • Pernottamento per 4 notti
    in camera matrimoniale
  • Prima colazione
  • 2 cene a persona con
    antipasto, primo, secondo con contorno, dolce, 1/2 acqua e 1/4 vino
  • 2 lezioni di cucina a persona

€ 790 a coppia

€ 740 a coppia

  • Culla 0/3 anni gratuita
  • 3° e 4° letto dai 4 anni ai 14 anni €50 a soggiorno 3 notti
  • 3° e 4° letto dai 4 anni ai 14 anni €75 a soggiorno 4 notti
  • Mountain bikes a noleggio
  • Wi Fi gratuito
  • Campo da calcetto e tennis
  • Maneggio
  • Animali ammessi

GFA logo orizzontale bianco

vacanze con cooking school