GFA logo orizzontale bianco

vacanze con cooking school

VILLA POGGIO DI GAVILLE
Gaville – Figline Valdarno – FI
Chianti

Italy_map_tuscany_ombra

SOGGIORNO 3 NOTTI
con cooking school

Da Giovedì a Domenica
oppure su richiesta
da Marzo a Ottobre

Incluso:

  • Pernottamento per 3 notti
    in camera matrimoniale
  • Prima colazione
  • 1 cena a persona con
    antipasto, primo, secondo con contorno, dolce, 1/2 acqua e 1/4 vino
  • 1 lezione di cucina a persona

€ 520 a coppia

  • Culla 0/3 anni gratuita
  • Bici a noleggio
  • Wi Fi gratuito
  • Vendita Prodotti tipici
  • Maneggio

SOGGIORNO 3 NOTTI
con cooking school

Da Giovedì a Domenica
oppure su richiesta
da Marzo a Ottobre

Incluso:

  • Pernottamento per 3 notti
    in camera matrimoniale
  • Prima colazione
  • 1 cena a persona con
    antipasto, primo, secondo con contorno, dolce, 1/2 acqua e 1/4 vino
  • 1 lezione di cucina a persona

€ 690 a coppia

€ 590 a coppia

  • Culla 0/3 anni gratuita
  • Bici a noleggio
  • Wi Fi gratuito
  • Vendita Prodotti tipici
  • Maneggio

La Tenuta: Villa Poggio di Gaville è una splendida residenza ottocentesca immersa nel verde fra boschi, pascoli, vigneti ed oliveti, sulle prime colline di Firenze a due passi dal Chianti Classico.

La villa è stata completamente ristrutturata nel pieno rispetto del suo stile originario toscano e con una collezione privata di oggetti di arredo provenienti dai viaggi in 42 paesi che riflette lo spirito interculturale del proprietario.

Una sala lettura impreziosita dal grande camino originale in pietra serena ed il soffitto in legno pregiato creano la tipica atmosfera delle case d’altri tempi.

Location: La tenuta è situata in una posizione strategica in Toscana per visitare sia Firenze che Arezzo e Siena, ma anche Greve in Chianti, il Parco di Cavriglia, Monteriggioni, San Gimignano e Volterra.

Relax: Piscina scoperta di 170 mq per i mesi più caldi, un lago privato con i cigni ove ammirare un paesaggio veramente unico e indimenticabili tramonti; Il verde della sua vasta tenuta invita a delle bellissime passeggiate che proseguono piacevolmente fino al vicino lago di Santa Barbara, dove potete andare a pescare e in estate si può addirittura imparare ad andare in barca a vela nella scuola di vela sul lago.

Camere:  La Tenuta dispone di 10 camere, tutte caratterizzate da diversi arredi, curate nei particolari e ristrutturate per mantenere inalterate le caratteristiche originarie.

In tutte le camere: Aria condizionata, TV,  Courtesy set, vista panoramica, Wi-fi nelle zone comuni.

Lo chef Jamal e il Ristorante: Da pochi anni ho cambiato la mia vita. Ho lasciato il mio lavoro di import export per ritirarmi a realizzare il mio sogno – aprire un agriturismo, vivere in rapporto stretto con la natura, con la gente e dare più spazio alla mia passione – la cucina – fonte della mia energia, che mi accompagna da bambino, cresciuta e maturata negli anni.

Per me la cucina rappresenta una ricerca continua di nuovi sapori, nuovi gusti, nuove esperienze.

Tengo molto a soddisfare e stupire i miei ospiti proponendo piatti creativi nel rispetto della tradizione toscana, utilizzando esclusivamente ingredienti locali e biologici. Tutto servito nel ristorante o nel giardino arredato con grande gusto e armonia con oggetti provenienti dai miei viaggi in più di 42 paesi del mondo, riflettendo lo spirito interculturale armonioso che caratterizza la filosofia dell’agriturismo.

Vi invito con tutto il cuore ad essere fra i nostri ospiti per godere un viaggio sensoriale, un’ esperienza unica di accoglienza, riposo e piacere. Spero di vedervi presto Jamal

Cooking School: Corsi di cucina toscana e mediterranea tenuti da Jamal Amin, proprietario e chef di cucina internazionale e altri esperti chef italiani.

I miei corsi si svolgono in maniera un po’ diversa dal solito. Si tratta infatti di un laboratorio dove le persone sono invitate a sperimentare la cucina usando tutti i 5 sensi:

  • il tatto per impastare;
  • l’odorato per sentire gli ingredienti;
  • la presentazione del piatto per il piacere del palato e degli occhi;
  • l’udito… perché il tutto si svolge a ritmo di musica.
#
CORSI DI
EQUITAZIONE

Oltre ai nostri 6 cavalli, che sono al loro stato libero e ti fanno una piacevole compagnia, organizziamo insieme a il “Centro Equitazione Il Vecchio Texas” (a due passi da noi) rilassanti passeggiate a cavallo in mezzo alla natura della campagna toscana con guide munite di patente.

I nostri cavalli addestrati per monta Western sono adatti per bambini, principianti e cavalieri esperti.

#
CORSI DI
FALCONERIA

Un gruppo di 4 falconieri professionisti organizza stage di avvicinamento alla falconeria rivolta a ragazzi e adulti. Proponiamo ad aspiranti falconieri di apprendere importanti nozioni, insegnare loro a riconoscere i rapaci e le loro caratteristiche morfologiche e caratteriali.

Si insegnano le basi della Falconeria, gli strumenti, la storia e la biologia degli uccelli da preda.

#
VOLO IN
MONGOLFIERA

Insieme alla polisportiva Pratomagno organizziamo “Il volo in mongolfiera”, che rappresenta per molte persone un sogno che nasce fin dall’infanzia; in effetti volare a bassa quota sospinti soltanto dalla brezza del vento, sopra boschi, paesi e laghi è qualcosa di MAGICO.

Completa la gioia di un anniversario, di un matrimonio o invita un gruppo di amici per questa splendida avventura!

Nei dintorni

Firenze

Gaia Food Academy suggerimenti, trucchi & recensioni

È la vera città d’arte, quella dove tutti si sentono dei “signori”: ad ogni angolo statue, musei e palazzi eleganti. È una città dove viene più naturale pensare di fare un giro in carrozza piuttosto che prendere un taxi, è bella persino quando piove.
Se l’hotel è in centro meglio andare in treno, veloce e comodo, altrimenti non disperate: sul Lungarno ci sono diversi parcheggi a pagamento e avvicinarsi pian piano a Ponte Vecchio è sempre un’emozione magica, con l’acqua che si riflette sulle case colorate, creando giochi di luce sempre nuovi. Se volete tener viva la tradizione dei lucchetti dovete stare attenti, perché ora c’è la multa! Ma se proprio non resistete, che sia come da leggenda: scegliete il vostro punto su Ponte Vecchio, agganciate il vostro lucchetto e poi gettate la chiave nell’Arno e… il vostro amore durerà in eterno. Si possono comunque ancora ammirare i pochi lucchetti rimasti, che a me piace pensare li abbia incatenati una bella coppia di ottantenni con i capelli bianchi candidissimi che si tengono per mano guardandosi negli occhi.

Oltre ai numerosi orefici che trovate a Ponte Vecchio, Firenze riserva ai maniaci dello shopping tante possibilità.

In Via Tornabuoni, conosciuta anche come la Via dei Miracoli, troviamo Versace, Bulgari, Dior, Cartier e Ferragamo, che ha addirittura un museo dedicato alle sue calzature e non poteva certo mancare Gucci, maison nata proprio a Firenze quasi 100 anni fa!

E non dimenticatevi di visitare il mercato di San Lorenzo, a pochi minuti a piedi dal Duomo…

Capirete subito quando state per arrivare perchè il profumo della pelle e del cuoio, quello vero, si fa sempre più forte; una volta arrivati si scopre che il profumo è intenso quanto i colori… giacche, scarpe e borse di ogni sfumatura, sicuramente proprio quella che stavate cercando!

Davanti alla Galleria degli Uffizi non fatevi scoraggiare dalla lunghissima coda che c’è sempre e non rinunciate assolutamente alla visita, perché basta prenotare on-line oppure direttamente al punto informazioni quando siete lì, aperto dal martedì alla domenica, dalle 8:30 alle 19:00. Costa poco di più ma ne vale la pena; io ho prenotato per il giorno successivo e sono entrata subito, ma “il trucco” non vale per i giorni festivi.
A Palazzo Vecchio si può scegliere invece tra le varie visite guidate, fra cui ci sono quelle pensate appositamente per i più piccoli e quelle interattive tra visitatori e attori perfettamente calati nella parte. Potreste parlare direttamente con Cosimo de’ Medici o con qualche fiorentino che ha fatto la storia di questa città.

Gli Appartamenti Monumentali di Palazzo Pitti, mai sentito nome più azzeccato di “monumentale”, sono ricchi di arazzi, soffitti in oro, stucchi e mobili originali.

Personalmente, mi fanno sempre venir voglia di vestirmi elegante e invece guardandomi i piedi mi sorge spontanea la domanda “ma perché mi sono messa le-mie-perfettamente-tenute-All-Star-del-1987 invece delle mie Ferragamo?”

Oltre ovviamente al Duomo, a Santa Maria Novella e alle altre splendide chiese, conosciute da tutti e in tutto il mondo, una sorpresa sarà la Certosa del Galluzzo, sulle colline della periferia di Firenze.

La guida turistica è uno dei monaci che abita ancora lì e ti acconpagna nella visita tutto orgoglioso della sua casa, arricchendo le descrizioni con dettagli e curiosità.

Nei tre chiostri, curati in modo impeccabile, capita di veder passeggiare i monaci, proprio come nei film; non si paga nulla, alla fine della visita puoi fare un’offerta libera e passare al negozio dei liquori … Fernet, Rosolio, Alchermes e Sambuca, tutti prodotti come una volta, seguendo le regole di un’arte antica.

Se mangiate in centro per piacere non scegliete uno dei tanti ristoranti per turisti. Basta leggere il menù esposto e ricordare che la cotoletta si mangia a Milano, i tortellini al ragù a Bologna e niente panna / prosciutto / piselli e da bere?

Dai… la cocacola a cena no… siamo nella terra del Chianti, un calice di vino è d’obbligo. Assaggiate i crostini di fegatini, la finocchiona, le pappardelle al cinghiale, la ribollita e la fiorentina e per finire i cantucci col Vin Santo.

La fiorentina… non chiamatela così!
A Firenze si dice “la bistecca fiorentina” oppure “la bistecca alla fiorentina” e il nome bistecca deriva dall’inglese beef-steak. Si racconta infatti che, all’inizio del 1800, durante i festeggiamenti di San Lorenzo nelle piazze del mercato di Firenze, era tradizione arrostire quarti di bue, tagliarli a fette e distribuirli al popolo. Durante una festa, un gruppo di aristocratici e mercanti inglesi che si trovava sul posto, cominciò a chiedere a gran voce: beef steak please. La pronuncia “bif steik” fu “tradotta” dai fiorentini in bistecca.

Il cibo toscano fonde perfettamente in sé l’anima aristocratica e quella contadina e ci racconta come sono i toscani: decisi, divertenti, gustosi, genuini, colorati e ciarlieri, imperfetti ma buoni, ogni tanto un po’ prepotenti, ma di quella prepotenza col sorriso che funziona sempre perchè tanto non riesci a dire di no; se io fossi un cibo vorrei essere un picio …

Mi rendo conto che essere una fiorentina mi darebbe più importanza, più spessore… ma io voglio proprio essere un picio, lungo lungo fatto a mano che non ce n’è uno uguale all’altro, sempre vicino a qualcosa di gustoso e piace a tutti!

#
AREZZO

All’arrivo, si scorgono le cinta murarie che la identificano subito come città medioevale e questo suo carattere viene mantenuto in ogni sua piazza, cattedrale e chiesa; nella piazza grande, bellissima sia di giorno sia di notte, la prima domenica di settembre e una domenica di giugno sempre diversa, si svolge un antico torneo cavalleresco in cui diverse squadre si sfidano contro il Buratto del Saracino, con abilità e coraggio. Passeggiando per il centro storico potrete trovare delle locandine che indicano i punti dove è stato girato il film “La vita è bella” di Roberto Benigni.

#
ANGHIARI
Lo scorrere del tempo ha lasciato segni importanti nelle chiese e nei palazzi del centro storico. Le sue piazzette e vicoli stretti ospitano botteghe antiquarie e laboratori di restauro del mobile; i musei e le chiese conservano capolavori di pittura e di scultura; ad ogni angolo scorci panoramici e prospettive mozzafiato. Un’atmosfera incontaminata, ricca di boschi secolari punteggiati da monasteri.
Fiere ed esposizioni si accompagnano a mostre e feste popolari.  Il tutto condito dalla superba gastronomia locale e dal calore degli anghiaresi.
#
CORTONA

Cortona città di origine Etrusca conserva ancora oggi le sue antiche mura. I capolavori di Beato Angelico, Pietro Berrettini e Gino Severinisi possono ammirare al museo DIOCESANO e nelle varie chiese del centro storico. Cortona è anche protagonista nel libro best seller “Sotto il sole della Toscana” della scrittrice Francis Mayes, Affascinante a Cortona  è l’atmosfera unica creata dalle opere di questi personaggi e dai luoghi del centro storico e del suggestivo paesaggio che la circonda.
Un’ambiente familiare intimo con il quale si può instaurare da subito empatia.

Il Castello di Brolio: Il suggestivo Castello di Brolio domina da oltre 10 secoli le vallate che lo circondano nella parte meridionale del Chianti Classico.

Situato su un’alta e solitaria collina a pochi chilometri dal centro di Gaiole in Chianti, il castello ha origini longobarde e sin dal 1141 appartiene all’importante famiglia toscana dei Ricasoli.

Il castello che vediamo oggi è frutto della ricostruzione voluta da Bettino Ricasoli nell’Ottocento, secondo il gusto medievale dell’epoca.

Splendidi e molto suggestivi i giardini all’italiana dalle caratteristiche forme geometriche e il parco romantico che circonda il castello. Dal giardino si gode di una vista mozzafiato sui possedimenti dei Ricasoli, famosi produttori di vino. All’orizzonte, nelle giornate serene, si scorge la splendida Siena.

Il Castello di Brolio – in realtà solo i giardini perche la famiglia ci abita ancora – è visitabile a pagamento. Il tour di base prevede la visita libera e senza guida ai giardini che circondano il castello. Si può a piacere aggiungere una visita guidata al museo.

Il tour classico prevede la visita alle cantine e degustazione, mentre il tour dei vigneti prevede una visita ai vigneti sperimentali, la cantina e degustazione; tutte e due sono fatti solo su prenotazione. Personalmente consiglio il tour classico a meno che non siate appassionati di armi e storia, oltre che di viticoltura sperimentale. In ogni caso, il biglietto per tutti e tre i tour include una degustazione di vini all’enoteca del castello.

Ciò che stupisce di Brolio è la sua bellezza e magnificenza, oltre che la sua storia millenaria strettamente legata al territorio e alla produzione del Chianti Classico. Infatti i Ricasoli già negli anni ’40 del secolo scorso esportavano il loro ottimo vino in tutto il mondo, nessun zona esclusa.

Per scoprire tour e orari visita il sito del Chianti e il sito del Castello di Brolio

Siena

Gaia Food Academy suggerimenti, trucchi & recensioni

Siena è un viaggio indietro nel tempo, in cui si viene proiettati nel medioevo, in una cittadina ricca d’arte, di storia e cultura. Ma non è questo che fa di Siena una delle più belle città italiane, è l’atmosfera che si respira che la rende unica.

A passeggio nei vicoli col pavè, andando verso il centro troverete la famosa pasticceria Nannini, dove è obbligatorio fermarsi ad assaggiare il panforte e i cavallucci, poi si passa in Piazza del Campo ad ammirare la sua maestosità.

Quando vi sentite “aristocratici” potete bere l’aperitivo alla Torre del Mangia, bar e ristorante storico; se vi sentite più “easy” vi potete confondere con le schiere di universitari che trascorrono i loro momenti di pausa sul selciato.

A due minuti a piedi trovate La Grotta del Gallo Nero, frequentato dalla gente del posto. Il venerdì sera c’è la cena col giullare e per entrare nell’atmosfera si può azzardare con il menù medioevale.

Da vedere il Duomo, uno dei più significativi , in stile romanico-gotico, con il battistero e la cripta. Se orario di messa, non fatevi intimidire dalla sicurezza all’ingresso, mentite spudoratamente ed entrate lo stesso, parlate sottovoce e non usate il flash, perchè il rispetto è d’obbligo per chi crede e anche per la magnificenza di questa cattedrale. Seppur meno conosciuta, merita una visita Santa Maria della Scala, esattamente di fronte al Duomo, dove al primo piano ci sono opere d’arte rinomate e sotto cappelle e sagrestie curate impeccabilmente e due oratori incredibili, dove ancora oggi si percepisce il fervore dei fedeli.

Una vacanza in Toscana non sarebbe completa senza una visita all’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore di Asciano.

L’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore è molto grande e troviamo refettorio, chiostri, biblioteca e farmacia. Ancora oggi hanno un efficientissimo laboratorio di restauro di libri antichi e producono unguenti, cosmetici e liquori acquistabili nel loro negozio.
Nella cantina storica in mattoni a vista e soffitto a volte, vi accoglierà il personale amichevole per farvi assaggiare ed acquistare vini tipici bianchi, rossi e olio di produzione propria. Visita il sito

LISTINO

SOGGIORNO 3 NOTTI
con cooking school

Da Giovedì a Domenica
oppure su richiesta
da Marzo a Ottobre

Incluso:

  • Pernottamento per 3 notti
    in camera matrimoniale
  • Prima colazione
  • 1 cena a persona con
    antipasto, primo, secondo con contorno, dolce, 1/2 acqua e 1/4 vino
  • 1 lezione di cucina a persona

€ 520 a coppia

  • Culla 0/3 anni gratuita
  • Bici a noleggio
  • Wi Fi gratuito
  • Vendita Prodotti tipici
  • Maneggio

SOGGIORNO 3 NOTTI
con cooking school

Da Giovedì a Domenica
oppure su richiesta
da Marzo a Ottobre

Incluso:

  • Pernottamento per 3 notti
    in camera matrimoniale
  • Prima colazione
  • 1 cena a persona con
    antipasto, primo, secondo con contorno, dolce, 1/2 acqua e 1/4 vino
  • 1 lezione di cucina a persona

€ 690 a coppia

€ 590 a coppia

  • Culla 0/3 anni gratuita
  • Bici a noleggio
  • Wi Fi gratuito
  • Vendita Prodotti tipici
  • Maneggio

GFA logo orizzontale bianco

vacanze con cooking school